IMG_0428.JPG

GIORDANIA

Paese ricco di storia e fascino, la Giordania merita di essere visitata in ogni momento dell’anno.

 

Quando si immagina la Giordania si pensa subito alle rovine di Petra, la “città rosa”, tra le più affascinanti del mondo. Ma la Giordania non è solo Petra. La Giordania è anche Wadi Rum con il suo maestoso deserto roccioso dalle mille sfumature, è la capitale Amman conosciuta anche come la “città bianca”, è Jerash con le rovine romane dell’Impero romano d’Oriente, è Aqaba città di confine e porto affacciato sul Mar Rosso ed è il Mar Morto luogo di fascino e cure termali grazie ai suoi famosi fanghi ricchi di minerali.

Horizon

Formalità d'ingresso

Vi ricordiamo che per viaggiare in Giordania è necessario il PASSAPORTO.

Clima

La Giordania è un paese caratterizzato da un’ampia zona desertica e da altopiani. Gli inverni, soprattutto da dicembre a febbraio sono molto freddi con possibilità di nevicate nelle zone più alte degli altopiani. In Giordania le estati sono molto calde e secche, soprattutto  nella zona sud dove il clima è desertico. Facendo una valutazione generale possiamo quindi suggerire che il periodo migliore per decidere quando organizzare un viaggio in Giordania e per goderne al massimo le bellezze con temperature ideali, parte da settembre per arrivare alla prima metà di dicembre e poi ancora da marzo fino a maggio, ovvero in autunno e in primavera. Tuttavia ciò non toglie che si possa organizzare un tour della Giordania anche a dicembre o in luglio/agosto attrezzandosi però di abbigliamento pesante e di ombrello durante l’ inverno, e rischiando di soffrire molto il caldo in estate.

Disposizioni sanitarie

In Giordania non sono richieste vaccinazioni. Per aggiornamenti consultare il sito della Farnesina www.viaggiaresicuri.it.

Cucina

In Giordania si vive un vero e proprio culto del cibo. La cucina giordana ha origini beduine e segue quindi modalità di cottura tradizionali. Tra gli innumerevoli piatti tipici si consigliano la MANSAF a base di riso, agnello e yogurt; l’HUMMUS ovvero una crema/salsa composta di ceci e aglio; le FALAFEL polpettine di ceci fritte; la BABAGANOUSH una crema di melanzane, aglio e succo di limone. La cucina giordana è una cucina semplice, tutto sommato preparata con ingredienti che si ripetono nei vari piatti e che viene accompagnata spesso da un tè caldo nero e speziato e da un caffè la cui preparazione è un vero e proprio rituale di socializzazione tra i giordani e i viaggiatori.

DA SAPERE