20190425_153135_edited_edited.jpg

UZBEKISTAN

Uzbekistan territorio di assoluta bellezza ancora poco frequentato dal turismo, offre l’opportunità di viaggiare attraverso le avventure di Marco Polo e le gesta di Alessandro Magno, Gengis Khan e Tamerlano, passando per le principali città dell’Antica Via della Seta, l’antica rotta commerciale che collegava la Cina al Mar Mediterraneo e che tanto ha affascinato generazioni di esploratori. Samarcanda, Bukhara, Khiva sono solo alcune delle tappe principali di questo viaggio unico nel suo genere, che conservano splendide moschee, madrasse e minareti come esempi preziosi di architettura islamica, siti designati come patrimonio dell’UNESCO. Visitare l’Uzbekistan significa catapultarsi indietro nel tempo per immergersi nelle affascinanti atmosfere delle più belle favole orientali delle “Mille e una Notte” in un paese pacifico, multicolore e soprattutto di grande ospitalità.

Pietre Di Mosaico

Formalità d'ingresso

Passaporto obbligatorio. Il Visto non è richiesto.

Clima

Il clima è di tipo continentale e varia a seconda delle stagioni. D’estate il caldo può raggiungere temperature elevate, d’inverno alcune zone sono toccate da un freddo molto rigido. L’escursione termale è notevole tutto l’anno. Le stagioni migliori per visitare il paese sono la primavera e l’autunno.

Disposizioni sanitarie

In Uzbekistan non sono richieste vaccinazioni. Per aggiornamenti consultare il sito della Farnesina: www.viaggiaresicuri.it

Cucina

La cucina è molto ricca con gusti di ogni genere adatti a tutte le esigenze; vegetali, cereali e frutta non mancano mai. Da non dimenticare il plov uzbeko, riso speziato con uva passa, piselli o mele cotogne. Il famosissimo Kebab, carne di montone cotto alla brace accompagnato dal pane; la samsa torta di pasta condita con carne cipolla o zucca; ed infine il lagmani una zuppa di tagliolini insaporita con carne fritta e verdure.

DA SAPERE